Il libro a mio personale giudizio va acquistato da persone con una corporatura media che hanno qualche kg di troppo e che vogliono giusto eliminare qualche maniglia dell'amore e quella pancetta spuntata dopo un periodo di ingordigia e vita sedentaria (che, comunque sia, non e' mai da vedere come un problema....e lo dico soprattutto alle gentili signorine.... Qualche kiletto in più sta sempre bene)....insomma... Se proprio arrivati alla prova costume non vi sentite a proprio agio potrete seguire questa dieta e questi consigli.

7 cose migliori su perdere peso


Uno dei rimedi per accelerare il metabolismo è senza dubbio scegliere una corretta alimentazione. La giusta dieta infatti, è il primo passo per velocizzare il metabolismo in modo naturale. Ma quali sono le regole da seguire a tavola? Con piccoli accorgimenti, potrete aggiustare il vostro regime alimentare e scegliere i giusti cibi che vi aiuteranno ad accelerare il metabolismo più facilmente, permettendovi di dimagrire più in fretta.
Si tratta di un programma messo a punto dalla Tarchini e dal suo staff che consente di perdere dai 4 ai 6 chili in soli 28 giorni, una dieta veloce e personalizzata da seguire attraverso un percorso a video e da stampare giornalmente, con la consapevolezza di essere guidati costantemente da una grande esperta del settore per il raggiungimento del proprio obiettivo peso.

Per riaffermare e sviluppare i muscoli deboli, si dovrebbe praticare esercizi di fitness corretti. Come lo squat che funziona sui fianchi, cosce e polpacci. È possibile eseguire questo esercizio senza spese all’inizio.  Un esercizio e andare giù con la schiena dritta e quindi aggiungere peso, quando è stato acquistato una buona tecnica. Squat frontale funziona sui fianchi e riduce il volume delle cosce. Per eseguire uno squat corretto, si deve essere in ginocchio piegato al limite sulle punte dei piedi. Mentre l’altro ginocchio scende a terra.
La ciliegia è un altro frutto che ha un gran potere anti-infiammatorio ed è quindi ideale per tutti coloro che praticano sport in modo costante o intensivo. Per preparare questa ricetta basta avere a disposizione 150 gr di ciliegie fresche e di stagione, succo di limone ed acqua. La prima cosa da fare è eliminare il nocciolo dalle ciliegie, poi bisogna frullarle e aggiungere il succo di limone e l’acqua in porzione variabile in base al gusto personale.
Tieni controllate le porzioni. Assicurati di mantenere le porzioni dalle dimensioni adeguate nel tuo programma alimentare. Ad esempio, uno spuntino sano di mandorle e mirtilli secchi può trasformarsi in una grande fonte di calorie, se non presti attenzione alle quantità. Inoltre, se prepari spuntini sani creando già in anticipo le porzioni corrette, eviti di mangiare troppo senza neanche accorgertene e rendi questi snack delle occasioni per mangiare sano.
In questo caso l’attività fisica assume un ruolo fondamentale, aiutando a tenere alto il metabolismo ed a bruciare correttamente le calorie in più assunte soprattutto attraverso il reintegro dei carboidrati. Una via molto facile è rappresentata dall’uso di farmaci che consentono di dimagrire in fretta senza perdere massa muscolare. Il loro uso però deve essere prescritto da un medico.
Per capire la quantità di proteine che ognuno di voi dovrà consumare ogni giorno vi consigliamo, se ne avete la possibilità, anche di fare una misurazione con le suddette pedane impedenziometriche da un nutrizionista, da un personal coach o da un dietologo, in modo che sia un professionista a farvi il calcolo iniziale in base alle vostre esigenze ed in base alla vostra composizione corporea. Assolutamente NO alle diete dell’amico o del vicino di casa, quello che arriva da te e dice ‘prova questa dieta che mi hanno dato, ho perso chili in pochissimo tempo!’. Se quella dieta gli è stata data da un professionista, questo avrà lavorato sul SUO fisico, sulla SUA struttura, non sulla vostra! Meglio spendere qualche soldo in più ma essere certi di quello che andremo a fare, il nostro corpo va protetto sempre, è il patrimonio più importante e delicato che abbiamo!
La malnutrizione del paziente oncologico - sia al momento della diagnosi sia nella fase terapeutica è l’aspetto più preoccupante, poiché sottintende una sottovalutazione del problema anche da parte degli specialisti. E’ uno dei temi di cui più dibattono gli oncologi da un paio d’anni a questa parte. Questo perché, noti ormai i protocolli terapeutici più efficaci, l’obiettivo è fare in modo di preparare il terreno nel migliore dei modi e contribuire, anche attraverso scelte collaterali, all’ottenimento della migliore risposta da parte del paziente.

La regola di 11 minuti per perdere peso


Una credenza errata che ancora molti di noi hanno è che ‘meno mangio, più dimagrisco‘: nulla di più sbagliato! Il nostro metabolismo ha una memoria, se noi lo abituiamo a mangiare poco, e sempre le stesse cose, arriverà il momento in cui questo si ‘addormenterà’, non agendo più in modo efficace sul nostro peso. Quello che consigliano i nutrizionisti più esperti è infatti fare tanti pasti ma equilibrati: il pasto più importante è da sempre la colazione. Quando ci svegliamo la mattina, infatti, il nostro organismo avrà le ‘riserve’ nutrizionali completamente vuote: è durante la notte che il nostro corpo rigenera le cellule e gli organi che lo compongono, arrivando alla mattina completamente svuotato sia dai nutrimenti che dai liquidi assunti il giorno prima. Per questo diventa fondamentale iniziare la giornata con almeno un bicchiere d’acqua, meglio se tiepida (aiuta a risvegliare il metabolismo) e con un apporto equilibrato sia di grassi, di proteine e di carboidrati. Successivamente gli step da seguire saranno uno snack a metà mattina, seguito dal pranzo, per poi arrivare ad uno snack pomeridiano, concludendo poi con la cena. La ‘regola’ che potremmo adottare, se così possiamo chiamarla è: colazione da regine, pranzo da principesse e cena da povere, per riassumere in modo semplice ma chiaro il diminuire gradualmente la quantità dei pasti che andremo a fare durante la giornata.
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti del nostro sito web, sia cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di analisi del sito, per ottimizzarne le funzionalità. La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima accettato le informazioni relative ai cookies potrà limitare la fruibilità di alcune funzioni del sito web. L’informativa estesa è consultabile cliccando sul tasto "leggi di più". L’accettazione della nostra policy sui cookie avviene cliccando sul pulsante OkLeggi di più
La sibutramina è un farmaco che sopprime l’appetito, ma ne è stato proibito l’uso; è in grado infatti di aumentare la pressione e il ritmo cardiaco. È sconsigliato assumerla se in passato avete sofferto di ipertensione, problemi cardiaci o ictus. Tra gli altri effetti collaterali ricordiamo: bocca secca, mal di testa, costipazione, ansia e problemi nel sonno.
La riduzione del sovrappeso e il mantenimento del normopeso non sono, infatti, sinonimi o reciprocamente sovrapponibili: mentre il mantenimento in menopausa si basa genericamente sull’applicazione di alcuni principi basilari come la corretta stima delle porzioni, della ripartizione dei pasti e della frequenza di consumo degli alimenti, associata all’incremento dell’attività fisica generale, il dimagrimento rappresenta una terapia alimentare ben definita nonché associata ad un rigido programma di attività motoria.
Vorremmo tutto e subito, ma quante volte avremmo intrapreso diete drastiche, che inizialmente ci fanno perdere anche parecchio peso, per poi sentirci così stanchi e affamati da non sostenere più un simile regime alimentare? Da qui abbuffate incontrollate ed il presentarsi del tanto temuto effetto yo-yo. I Kg persi torneranno su, come per magia, con gli interessi. Un recente studio americano del Massachusetts General Hospital ci spiega che seguire fin da subito il giusto programma dimagrante [VIDEO], più adatto a noi, che includa il mangiar sano e l'esercizio fisico può realmente aiutarci a dimagrire in maniera definitiva.
Sebbene alcuni siano scettici, bisogna dire che anche l'omeopatia può giocare il ruolo di coadiuvante nel combattere il peso in eccesso aiutando ad accelerare il metabolismo in modo del tutto naturale. Sono infatti molti i preparati, le pillole e le gocce contenenti erbe e piante naturali in grado di avere un effetto benefico sulla digestione e sulla riduzione della sensazione di gonfiore e pesantezza. Si ricorda sempre però, che ognuno di questi rimedi, purché sia efficace, deve essere accompagnato a uno stile di vita sano, a un'intensa attività fisica e una dieta regolare ed equilibrata.
Questo ventaglio di malattie colpisce all’incirca cinquecentomila italiani, motivo per cui «la malnutrizione non deve essere più considerata un effetto collaterale ineluttabile della malattia, bensì un fenomeno prevenibile e reversibile - prosegue Muscaritoli -. Ma l’intervento deve essere tempestivo e parte integrante delle cure oncologiche. Le conseguenze della perdita di peso hanno un impatto pesante: aumenta la tossicità indotta da radio e chemioterapia sulle cellule sane e rende quelle tumorali più resistenti al trattamento. E l’indebolimento delle difese immunitarie aumenta la frequenza dei ricoveri e peggiora la prognosi con un aumento della mortalità. Un paziente oncologico su cinque non supera la malattia proprio a causa delle gravi conseguenze della malnutrizione».
Prendi in considerazione la dieta HCG. Si tratta di una dieta molto controversa, che combina delle iniezioni o integratori di HCG (gonadotropina corionica umana – ormone prodotto dal pre-embrione all'inizio della gravidanza) con un apporto calorico severamente limitato. La restrizione calorica da sola (non più di 500 - 800 calorie al giorno) è sufficiente per facilitare la perdita di peso nella maggior parte delle persone; è abbondantemente sotto la quantità di calorie giornaliere raccomandate, anche per coloro che cercano di perdere peso. La dieta prevede quindi di assumere dosi di HCG tramite iniezioni o sotto forma di gocce.
Tutti e tre i programmi sono stati creati per aiutarti a ridefinire il tuo corpo, combinando un piano alimentare specifico e un piano di allenamenti altamente efficace ai giusti prodotti Fitvia. Se sei alla ricerca di una soluzione last-minute che ti faccia sentire in forma e rivitalizzata, il Programma Perdita di Peso di 7 giorni è quello che fa per te! Il programma di 14 giorni, invece, ti permette di ridefinire il tuo corpo con una dieta bilanciata e allenamenti mirati. Il più completo è il programma di 28 giorni, che ti aiuterà a trasformare le tue abitudini e ad ottenere risultati duraturi nel tempo.
The least intrusive weight loss methods, and those most often recommended, are adjustments to eating patterns and increased physical activity, generally in the form of exercise. The World Health Organization recommended that people combine a reduction of processed foods high in saturated fats, sugar and salt[11] and caloric content of the diet with an increase in physical activity.[12]
Questo consiglio vi sembrerà strano, eppure vi renderete conto, nel momento in cui lo metterete in pratica, di quanto posso aiutarci a combattere i chili di troppo. Spesso dopo mangiato, a distanza di una mezz’ora, potreste avere il desiderio di sgranocchiare qualcosa davanti la tv, oppure mentre siete prese al pc a terminare quel rapporto così complicato al vostro capo: se dopo i pasti principali correrete a lavarvi i denti, il sapore del dentifricio in bocca vi aiuterà a non avere desiderio di abbuffarvi ancora! Provare per credere!
Fai esercizio cardio. Sebbene per la salute generale del corpo sia importante una combinazione di cardio e allenamento di resistenza, è l'allenamento cardiovascolare quello che ti aiuta a perdere velocemente quei chili di troppo. In particolare, l'attività fisica con una base aerobica e gli allenamenti che hanno una intensità moderata o alta sono la migliore forma di esercizio cardio.

L'importanza dell'alimentazione come arma preventiva nelle più comuni patologie è ormai un dato riconosciuto, tuttavia ancora c'è molto da imparare e spesso ci si fa fuorviare dalle mode del tutto e subito. Scopriamo il lato più affascinante e giocoso del cibo ma non abusiamo di esso e ricordiamoci, in qualsiasi periodo dell'anno, di rispettare il corpo e curarlo al meglio, in modo da non avere mai bisogno di drasticità tali da compromettere il nostro equilibrio sia interiore che sociale.


Usate l’alimentazione come uno strumento per dimagrire velocemente, giocando con gli alimenti in maniera intelligente. Per esempio il cibo al quale dovete stare più attenti sono i carboidrati, quindi usati in maniera intelligente. Potete assumere carboidrati due ore prima di andare in palestra o fare una camminata, oppure se l’allenamento in palestra o in bicicletta è pesante usateli anche dopo l’allenamento per recuperare, soprattutto se vi allenate anche con i pesi. In questo caso i carboidrati andranno soltanto a reintegrare le energie spese.

5 cose che tutti sanno di perdere peso che tu non hai

×