Chi già durante l’infanzia è in sovrappeso corre un rischio maggiore di diventare obeso in età adulta. I bambini in sovrappeso possono iniziare a soffrire di problemi connessi al peso, come l’ipertensione e il diabete, già in tenera età. Si può capire se un bambino è in sovrappeso o obeso usando l’indice di massa corporea specifico per i bambini e gli adolescenti.
Molte persone là fuori vuole perdere quella ciccia in più che a malincuore si portano sul loro corpo. In realtà, la maggior parte di noi darebbe un braccio e una gamba di perdere peso durante la notte e passare da ciccia alla fabbrica. Ma il nocciolo della questione è che se il tuo corpo viene improvvisamente spargimento i chili senza nemmeno provare, non può essere una buona notizia. Perdita di peso improvvisa negli uomini è un sintomo che deve essere presa sul serio, in quanto è un puntatore di una grave malattia sottostante o disordine. Riportate di seguito sono la perdita di peso improvvisa provoca diversi negli uomini.
Sebbene alcuni siano scettici, bisogna dire che anche l'omeopatia può giocare il ruolo di coadiuvante nel combattere il peso in eccesso aiutando ad accelerare il metabolismo in modo del tutto naturale. Sono infatti molti i preparati, le pillole e le gocce contenenti erbe e piante naturali in grado di avere un effetto benefico sulla digestione e sulla riduzione della sensazione di gonfiore e pesantezza. Si ricorda sempre però, che ognuno di questi rimedi, purché sia efficace, deve essere accompagnato a uno stile di vita sano, a un'intensa attività fisica e una dieta regolare ed equilibrata.
Per valutare l’efficacia di un intervento dietetico, finalizzato alla perdita di peso, 17.473 donne americane, reclutate nell’ambito dello studio Women\'s Health Initiative Dietary Modification, sono state sottoposte ad intervento dietetico (caratterizzato da un ridotto apporto di grassi e da un elevato consumo di frutta, verdura e cereali integrali) o ad un trattamento di controllo.
Quando il peso corporeo diminuisce non è il caso di festeggiare indiscriminatamente, semplicemente perché la variazione del peso corporeo di per sé non vuol dire nulla, così come il BMI. Infatti un recente studio ha concluso che, rispetto al BMI, la percentuale di grasso è un indicatore migliore per quanto riguarda la speranza di vita. Avere un basso indice di massa corporea non protegge dalla morte precoce. La causa risiede nel fatto che il BMI non misura il grasso corporeo. Bassi livelli di massa magra e alti livelli di grasso corporeo sono indipendentemente associati ad un aumentato rischio di morte. Da questo scenario è evidente che una misura diretta del grasso corporeo rappresenti davvero il modo più accurato per determinare la salute. Noi medici non dovremmo usare il BMI per misurare l’obesità, dobbiamo utilizzare una misura diretta dell’obesità come la percentuale di massa grassa”, ha detto il dott. Ray Padwal. Quando viene usata una misura diretta del grasso corporeo allora a quel punto si che l’indice utilizzato è associato ad un aumentato rischio di morte. Padwel poi dice che il BMI può essere frustrante dal punto di vista della salute e della ricerca pubblica, perché molte raccomandazioni per la salute sono formulati dalla ricerca basata appunto sul BMI per misurare l’obesità. Ci sono un sacco di studi basati sul BMI che concludono che la gente che è grassa è sana. Invece, egli suggerisce, molti dei partecipanti di questi studi con un alto BMI possono avere una bassa percentuale di massa grassa e una percentuale di massa magra elevata. Il dottore consiglia un buon metodo per avere un’idea: il rapporto vita-fianchi, quest’ultimo deve essere inferiore a 90 per gli uomini e inferiore a 0,83 per le donne, le persone con conformazione androide detta anche a mela sono a più alto rischio di morte e di malattia rispetto a coloro che hanno una conformazione ginoide detta anche a pera. Infatti le apparecchiature che misurano in modo preciso il grasso corporeo sono costose, io consiglio un buon plicometro.
Sono stati svolti molti studi sulla validità di questa dieta, ma i risultati non hanno dato esiti certi. Sebbene alcune persone siano disposte a giurare di avere perso 12 chili durante la dieta HCG, molti scienziati in realtà affermano che non c'è nessun riscontro scientifico sugli esiti dell'iniettarsi questo ormone e, in realtà, può persino risultare pericoloso.

Il glucomannano non è una vera e propria erba, bensì una fibra solubile ricavata da una pianta originaria del Giappone: il Konjac. Numerosi studi condotti sul glucomannano suggeriscono che può ridurre notevolmente l’appetito. Ma non solo. È anche un potente agente di riduzione del colesterolo e dei trigliceridi. Alcune persone potrebbero tuttavia non tollerare le fibre di tale alimento. In questo caso può essere sostituito altrettanto bene con i semi di psillo, dalle analoghe virtù.


I risultati, pubblicati online nella rivista Current Biology, possono sembrare non intuitivi, o quanto meno deludenti. “L’opinione dominante è che più si pratica esercizio, più calorie si bruciano ogni giorno”, ha dichiarato Herman Pontzer, professore associato di antropologia alla City University dell’Hunter College di New York e ricercatore principale. Questo studio, secondo Pontzer, avvalora una tesi diversa: “In realtà, non è una banale relazione dose-effetto”, ha affermato. “Il corpo si adatta all’esercizio e lo fa già a livelli moderati di attività”.
Il pesce è ricco di iodio, che attiva la ghiandola endocrina velocizzando tutte le funzioni dell’organismo, e di proteine, elementi indispensabili per la produzione degli ormoni. Contiene anche fosforo e acidi grassi Omega 3, che aiutano a migliorare il tono dell’umore a vantaggio della linea. È più efficace il pesce crudo, ma se preferite potete optare per cotture brevi. Il consiglio è di mangiarne circa 200 gr, 3-4 volte alla settimana, preferendo quello di mare pescato che è una fonte di iodio. Se cercate un abbinamento gustoso ed efficace per la silhouette potete scegliere carpaccio di pesce spada, insalata e ananas.
Il libro a mio personale giudizio va acquistato da persone con una corporatura media che hanno qualche kg di troppo e che vogliono giusto eliminare qualche maniglia dell'amore e quella pancetta spuntata dopo un periodo di ingordigia e vita sedentaria (che, comunque sia, non e' mai da vedere come un problema....e lo dico soprattutto alle gentili signorine.... Qualche kiletto in più sta sempre bene)....insomma... Se proprio arrivati alla prova costume non vi sentite a proprio agio potrete seguire questa dieta e questi consigli.

7 cose migliori su perdere peso


Anche facendo una dieta chetogenica equilibrata è comunque necessario avere bene a mente che non bisogna riprendere a mangiare in modo irregolare una volta terminata e che il controllo su noi stesse è uno step obbligato da raggiungere, altrimenti si tornerà sempre al punto di partenza, rimettendo i chili persi e magari aggiungendone altri. Tutto questo può scatenare un vero e proprio loop fatto di insoddisfazione e senso di colpa che non meritiamo e che, con davvero pochi accorgimenti, possiamo tranquillamente evitare. Per quanti sforzi facciamo, non c'è e non ci sarà mai una dieta efficace a tal punto da consentirci di mangiare junk food, ossia cibo spazzatura, senza pagarne il prezzo.
Cene tra amici, compleanni, brunch di lavoro, pranzi della domenica, veglioni natalizi: ogni occasione è buona per mangiare, soprattutto se lo si fa in compagnia. Ma quante volte, appena tornate a casa, veniamo assalite dal tipico senso di colpa ‘post-abbuffata’? La domanda che allora ci poniamo, quando restiamo in intimo davanti allo specchio con i nostri chiletti di troppo è sempre la stessa: ‘Come perdere peso velocemente?‘
Questo perché quando il corpo lavora con i pesi ed a corpo libero inizia a consumare acqua e le energie fornite dai carboidrati assunti prima dell’allenamento. Quando andrete a fare attività aerobica il corpo avrà già usato le energie disponibili, perciò andrà a bruciare le riserve di grasso molto più efficientemente, mentre se fatta all’inizio l’attività aerobica brucia prevalentemente acqua e poco più per i primi 30 minuti.

Primo tra tutti è il color verde. Non dimenticate di consumare alimenti di colore verde perché il verde è il colore del metabolismo veloce. Tè verde, caffè verde e alghe sono tutte sostanze che accelerano la combustione delle calorie. È la fucoxantina la sostanza che dà alle alghe il suo colore verde-bruno, ed è stato dimostrato che ha effetti anti-obesità. Poi, ricordate di condire le vostre pietanze con l’aceto. Secondo recenti studi l’acido acetico contenuto nell’aceto, anche in quello balsamico, stimola la combustione dei grassi. Infine, via libera al pesce e agli acidi grassi Omega-3 preziosi per il metabolismo perché aumentano l’efficienza degli ormoni tiroidei durante la sintesi dei grassi.


È possibile anche accelerare il metabolismo con rimedi naturali. Integratori, erbe, tisane e infusi sono infatti altri modi efficaci per agevolare il dimagrimento, in quanto contribuiscono a "risvegliare" un metabolismo un po' troppo lento. Sono molti gli integratori e i preparati erboristici adatti a questo scopo: tra i prodotti più efficaci per velocizzare il metabolismo si citano il ginseng, il licopodio e il fucus agar agar, un'alga tipica dell'area atlantica molto usata nell'omeopatia.


Non saltate mai un pasto, a partire dalla prima colazione, che dev'essere il più abbondante della giornata. Vale sempre il trucco: colazione da regine, pranzo da principesse e cena da povere. Se cominciate la vostra giornata con una colazione abbondante, avrete le energie necessarie per affrontare la giornata e tutto il tempo che vi serve per bruciare calorie.
Ecco perché il mero calcolo delle calorie non è significativo. Possiamo ingerire poche calorie, ma se il nostro metabolismo è pigro queste verranno accumulate sotto forma di grassi. Al contrario, se abbiamo un metabolismo veloce, potremo assumere più calorie senza paura, perché sapremo che verranno utilizzate dal nostro organismo e trasformate in energia.
Tumori dell’apparato digerente – La perdita di peso è uno dei segni caratteristici delle neoplasie a carico dell’apparato digerente (tumore al fegato, tumore al pancreas, tumore allo stomaco, tumore del colon-retto e tumore dell’esofago); in alcuni casi il calo ponderale che si registra in seguito alla comparsa di queste patologie è repentino e piuttosto consistente. Si ricordano qui anche i tumori della faringe (la faringe è un organo in “comune” tra l’apparato respiratorio e l’apparato digerente).
Nel nuovo studio, c’è un punto in cui il consumo calorico giornaliero diventa indipendente dall’esercizio. Pontzer lo riferisce equivalente a una camminata di circa 3,5 km al giorno. Church ha fatto però notare che lo studio sembra includere pochi partecipanti con livelli di esercizio molto superiori a questo livello. Tirare conclusioni certe diventa dunque difficile. In più, il consumo dell’americano tipico casca ben lontano da dove lo studio registra l’equilibrio del consumo calorico.

Haylie Pomroy, la dietologa di Hollywood che abbiamo conosciuto grazie alla dieta del Supermetabolismo, che si basa su alimenti in grado di riattivare il metabolismo il soli 28 giorni, torna con un un nuovo regime alimentare. Stiamo parlando della dieta Turbo, presentata nell’omonimo libro edito da Sperling & Kupfer, che promette di perdere fino a 5 chili in 10 giorni attraverso la combinazione di cibi, erbe, infusi e spezie che, individuati per il loro indice termogenico, riescono a trasformare il cibo in energia.

Le pillole per la perdita di peso Capsired sono il risultato di migliaia di ore di ricerca nel nostro laboratorio completamente equipaggiato e di centinaia di prove cliniche di successo. Capsired contiene una combinazione di ingredienti naturali e sicuri che tengono sotto controllo il gene responsabile dell’accumulo di grassi, trasformano il grasso in calore ed energia e favoriscono una perdita di peso a lungo termine.
Aumentare leggermente la quantità di proteine ​​all’interno di una dieta equilibrata, aiuterà infatti il vostro corpo a perdere peso più velocemente. Inoltre l'assunzione di proteine ​​di qualità vi permetterà di velocizzare il metabolismo lento. Quando si parla di proteine ​​di qualità, si intendono quelle che soddisfano le esigenze del nostro corpo. Questo significa optare per alimenti proteici con alti livelli di aminoacidi, per esempio carne o pesce. Carni magre e uova sono un'importante fonte di proteine ​​per accelerare il metabolismo.

Le informazioni proposte in questo sito non sono un consulto medico. In nessun caso, queste informazioni sostituiscono un consulto, una visita o una diagnosi formulata dal medico. Non si devono considerare le informazioni disponibili come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento o l’assunzione o sospensione di un farmaco senza prima consultare un medico di medicina generale o uno specialista.
Per contro, è innegabile che dimagrire velocemente possa (ma non sempre) favorire la buona riuscita della terapia nei soggetti con un eccesso adiposo modesto. Constatare un buon progresso del calo ponderale rappresenta un'ottima fonte di motivazione anche se, il più delle volte (nel dimagrimento TROPPO veloce), questa non è sufficiente ad equilibrare i sacrifici ed il disagio di una dieta restrittiva.
Buongiorno. Premesso che so che perdere peso velocemente non è consigliabile, in questo momento ho bisogno di farlo per un problema al ginocchio e l'ortopedico mi impone una perdita di peso prima possibile. Ho 60 anni, alta 1,68, peso 81 kg. Ovviamente in menopausa. Non ho particolari problemi di salute e mangio di tutto. Per favore non toglietemi la frutta che adoro! ( infatti forse ne mangio troppa....). Grazie per un consiglio. Laura

Scegli gli esercizi che coinvolgono tutto il corpo. In questo modo, metti in azione ogni gruppo muscolare e bruci calorie con più muscoli contemporaneamente, una sorta di "multi-tasking" con l'allenamento. Ad esempio, unisci un allenamento di resistenza con le braccia (prova a sollevare dei piccoli manubri sopra la testa quando ti eserciti) mentre corri o usi la cyclette con le gambe.
Per valutare l’efficacia di un intervento dietetico, finalizzato alla perdita di peso, 17.473 donne americane, reclutate nell’ambito dello studio Women\'s Health Initiative Dietary Modification, sono state sottoposte ad intervento dietetico (caratterizzato da un ridotto apporto di grassi e da un elevato consumo di frutta, verdura e cereali integrali) o ad un trattamento di controllo.
I prodotti a base di farinacei come pasta e pane fanno ingrassare: Il grano e le farine in genere non fanno ingrassare, ovviamente a patto di consumare porzioni proporzionali al proprio fabbisogno calorico; sarebbe opportuno consumarli almeno in parte nelle rispettive varietà integrali, ma sono e devono rimanere la base dell’alimentazione (dopo verdura e frutta).

Il raggiungimento del peso ideale in buona sostanza dipende da ciò che accadrà nei primi giorni di dieta, ciò che non è chiaro è perché alcune persone soffrano maggiormente rispetto ad altre di fluttuazioni del peso. Il dottor Zhaoping Li, direttore dell'Università della California, Los Angeles 'Center for Human Nutrition, che non era coinvolto nel nuovo studio, ha confermato, in un intervista alla CNN che i risultati sono coerenti con quello che esiste nella letteratura scientifica: "Qualunque cosa facciano le persone per Perdere peso, se possono farlo in maniera costante, significa che un particolare piano non solo si adatta fisiologicamente al paziente e al corpo dell'individuo, ma è anche fattibile e pratico nella vita quotidiana. Quindi, se sappiamo che qualcuno ha difficoltà fin dall'inizio, dobbiamo cambiare qualcosa. Questo può riguardare la dieta o un cambiamento nello stile di vita, perché sappiamo che se non faremo un aggiustamento, egli fallirà." Quindi una volta individuato il programma che fa davvero per noi, senza aumenti di peso nelle prime 6-12 settimane, avremo trovato la via giusta per perdere peso in maniera definitiva.


In diversi casi la perdita di peso, infatti, è uno dei molteplici segni che possono essere associati a una patologia più o meno grave. Nella gran parte di questi casi la riduzione del peso corporeo è associata a inappetenza (perdita dell’appetito), ma non mancano situazioni nelle quali il soggetto perde peso pur avendo un appetito maggiore del solito.
Ebbene si per dimagrire velocemente è necessario mangiare. Anche se potrebbe sembrare un controsenso, per dimagrire velocemente è necessario mangiare con regolarità all’interno della giornata i cibi giusti. Ovviamente è necessario eliminare alcuni cibi come i lavorati, per esempio salami, prosciutti, latticini, formaggi e biscotti, le carni rosse e soprattutto i cereali raffinati, come pasta, pizza e pane. Per dimagrire velocemente l’alimentazione si deve basare principalmente sulla frutta e la verdura, specialmente quella cruda, sui cereali integrali, i legumi, le carni bianche, il pesce e la frutta secca.
×