La massa magra invece include quella muscolare ed è comprensiva del tessuto osseo, degli organi interni e degli altri tipi di tessuto. Naturalmente nella massa magra è compresa la quasi totalità dell’acqua corporea, se escludiamo una piccola percentuale presente nel grasso di deposito.Quindi la massa magra non corrisponde alla massa muscolare, la massa magra è tutto ciò che non è grasso (fat free mass).
Sebbene alcuni siano scettici, bisogna dire che anche l'omeopatia può giocare il ruolo di coadiuvante nel combattere il peso in eccesso aiutando ad accelerare il metabolismo in modo del tutto naturale. Sono infatti molti i preparati, le pillole e le gocce contenenti erbe e piante naturali in grado di avere un effetto benefico sulla digestione e sulla riduzione della sensazione di gonfiore e pesantezza. Si ricorda sempre però, che ognuno di questi rimedi, purché sia efficace, deve essere accompagnato a uno stile di vita sano, a un'intensa attività fisica e una dieta regolare ed equilibrata.
Insieme al suo staff medico, la Tarchini sviluppa diversi programmi per dimagrire in fretta e senza stress, riscuotendo notevole successo tra i numerosi iscritti al suo sito, consolidando la sua esperienza in fatto di alimentazione frequentando la Scuola di Medicina Olistica, Corsi di Naturopatia, Intolleranze Alimentari, Kinesiologia, Fitocomplementi, Anatomia e Fisiologia, Medicina Tradizionale Cinese, Psicosomatica e molti altri ancora.

Un altro criterio medico utilizzato per stimare l'idoneità del peso totale (in soggetti adulti normali, non nei bambini e tanto meno negli atleti) è l'indice di massa corporea (BMI). Questo prevede l'inquadramento del paziente all'intero di una delle seguenti categorie (rappresentanti dei range): sottopeso, normopeso e sovrappeso. Se ne evince che, all'interno della stessa categoria, può avvenire una variazione anche piuttosto importante (ad es. 10kg). D'altro canto, in certi anziani, fluttuazioni simili o anche inferiori all'interno del normopeso possono risultare molto più preoccupanti di quanto interpretato dal BMI.
In primis, bisogna sottolineare che la necessità di dimagrire in menopausa è legata esclusivamente da esigenze di natura metabolica e salutistica. L’organismo femminile è infatti potenziato e preservato dal flusso ormonale estrogenico, tramite ad es. l’aumento del colesterolo buono, HDL, e il mantenimento della densità ossea e distribuzione ginoide dell’adipe. Entrando in menopausa, la produzione di estrogeni subisce prima numerose fluttuazioni e poi una drastica riduzione; in parallelo anche i livelli di progesterone, un altro ormone femminile connesso alla fertilità, anche se in maniera più lineare, diminuisce sensibilmente. Si può dedurre quindi che l’azione estrogenica, che protegge dalla rarefazione ossea e dalle malattie cardiovascolari, viene compromessa, esponendo così le donne in menopausa al famoso effetto chiamato rebound, o rimbalzo.
1. Non saltare mai pasti, anzi frammenta più che puoi la dieta. Una ricca colazione, associata a un paio di spuntini leggeri mattutini, come frutta e verdure crude, ti permetteranno di gestire agevolmente la prima parte della giornata. Nel pomeriggio prova ad usare frutta secca come spuntino e tisane o tè verde, potrai così controllare l’appetito accelerando il metabolismo;
Trovare il piano per perdere peso più appropriato per te, e la unica soluzione che ti resta per avere risultati migliori.  Il miglior piano e quello che si adatta al tuo stile di vita. Cioè il tuo programma. Includerai le abitudini alimentari? Un buon livello di fitness e probabilmente ti permetterà di varare sulla vostra dieta, e quindi includere giornalmente un regalino dolce per non saziare quella voglia di qualcosa di buono… 
Imparerete come eliminare le cattive abitudini alimentari che vi hanno fin ora impedito di perdere peso costantemente, cosi da essere in grado di individuare gli alimenti giusti per voi e saperli cucinare in modo light. Chiunque può dimagrire se segue con regolarità i consigli e le tecniche elaborate in questo libro. Scoprirete che non è poi così difficile dimagrire se si sa come farlo!
© 2018 Arnoldo Mondadori Editore Spa - riproduzione riservata - P.IVA 08386600152 - Tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l. - Chi siamo - Contatti - Privacy - Privacy Policy - Cookie Policy - Disclaimer e Note legali - Mappa del Sito Torna ad inizio articolo: Dimagrire Velocemente - Vai al Sito Mobile
Qual è il giusto quantitativo di testosterone nel corpo? Il testosterone è un l’ormone umano più comunemente associato alle caratteristiche sessuali maschili. Entrambi i generi producono effettivamente questo ormone, ma qual è la quantità ideale? Un nuovo studio propone un modo per misurare la gamma normale dei livelli di testosterone negli uomini. La quantità giusta di testosterone secondo la scienza Secondo la ricerca, pubblicata sul […]
Buongiorno. Premesso che so che perdere peso velocemente non è consigliabile, in questo momento ho bisogno di farlo per un problema al ginocchio e l'ortopedico mi impone una perdita di peso prima possibile. Ho 60 anni, alta 1,68, peso 81 kg. Ovviamente in menopausa. Non ho particolari problemi di salute e mangio di tutto. Per favore non toglietemi la frutta che adoro! ( infatti forse ne mangio troppa....). Grazie per un consiglio. Laura

Se utilizzate in combinazione con uno stile di vita sano, alcune bevande come tè verde, caffè o tè nero sono estremamente efficaci nel promuovere la perdita di peso. Il segreto per perdere peso sta nella loro capacità di aumentare il metabolismo, ridurre la fame e aumentare la sazietà, che può aiutare a perdere peso. Inoltre, queste bevande contengono nutrienti benefici come antiossidanti e altri composti potenti che possono essere benefici per la salute.
Per dimagrire e per mantenere i risultati della dieta, dovete iniziare con il piede giusto: ad esempio se vi dite “Se riuscirò a seguire questa dieta solo per alcune settimane, ce la farò a perdere da due a cinque chili”, probabilmente recupererete il peso perso. Provate invece a motivarvi dicendo: “Mi impegno a seguire una condotta di vita più sana.”
Il libro a mio personale giudizio va acquistato da persone con una corporatura media che hanno qualche kg di troppo e che vogliono giusto eliminare qualche maniglia dell'amore e quella pancetta spuntata dopo un periodo di ingordigia e vita sedentaria (che, comunque sia, non e' mai da vedere come un problema....e lo dico soprattutto alle gentili signorine.... Qualche kiletto in più sta sempre bene)....insomma... Se proprio arrivati alla prova costume non vi sentite a proprio agio potrete seguire questa dieta e questi consigli.
Mantieni un regime di allenamento stimolante. La varietà è la chiave sia per mantenerti più sano che restare motivato. Se esegui sempre lo stesso esercizio giorno dopo giorno, rischi maggiormente di ferirti. È anche più facile cadere nella noia, rendendo così più difficile trovare la motivazione per continuare ad allenarti. Vai in palestra, usa le macchine, partecipa a un corso di fitness e aggiungi un po' di allenamento di resistenza nella tua routine.
Un trucco da seguire assolutamente è anche quello di non andare a fare la spesa quando avete fame: sarebbe davvero controproducente! Andate invece a fare la spesa nel modo giusto, con le idee chiare sui cibi e gli alimenti adatti a voi, solo quelli indicati nella dieta. Non divagate, scrivete tutto il necessario su un foglietto e non comprate nulla in più di ciò che avete scritto nell’elenco. 
Trovare il piano per perdere peso più appropriato per te, e la unica soluzione che ti resta per avere risultati migliori.  Il miglior piano e quello che si adatta al tuo stile di vita. Cioè il tuo programma. Includerai le abitudini alimentari? Un buon livello di fitness e probabilmente ti permetterà di varare sulla vostra dieta, e quindi includere giornalmente un regalino dolce per non saziare quella voglia di qualcosa di buono… 
Anche se gli esercizi aerobici come la camminata veloce, la corsa e l’andare in bici sono eccellenti per dimagrire velocemente, molte persone tendono a focalizzarsi esclusivamente sull’allenamento cardio e non aggiungono il cosiddetto “resistance training” alla loro routine. Aggiungere il sollevamento pesi alla vostra routine in palestra può aiutarvi a farvi più muscoli e tonificare l’intero corpo.
Affinché non si sarebbe potuto parlare di dimagrimento Tizio avrebbe dovuto perdere 3,6 kg di massa magra e 0,4 kg di massa grassa. In quel caso la composizione corporea sarebbe rimasta la stessa. Se addirittura Tizio avrebbe perso più di 3,6 kg di massa magra e meno di 0,4 kg di massa grassa si sarebbe verificato un peggioramento della composizione corporea, sarebbe ingrassato! E’ evidente quindi che la variazione di peso di per sé non significa nulla se non sappiamo quali sono i tessuti che hanno costituito il peso perso o acquistato. Pertanto quando si perde peso non è il caso di festeggiare indiscriminatamente, perché non è detto che si è dimagriti. Allo stesso modo, pesare poco non significa necessariamente essere magri.
Si SCONSIGLIA di fare un uso frequente di salumi e formaggi grassi (ad esclusione dei 5 o 10g di parmigiano sul primo piatto del pranzo); eventualmente, prediligere roast-beef, prosciutto crudo dolce sgrassato, bresaola e prosciutto cotto sgrassato in porzioni di circa 70-100g (se in sostituzione alla pietanza serale, la metà se inseriti a pranzo dopo il primo piatto).
L'importanza dell'alimentazione come arma preventiva nelle più comuni patologie è ormai un dato riconosciuto, tuttavia ancora c'è molto da imparare e spesso ci si fa fuorviare dalle mode del tutto e subito. Scopriamo il lato più affascinante e giocoso del cibo ma non abusiamo di esso e ricordiamoci, in qualsiasi periodo dell'anno, di rispettare il corpo e curarlo al meglio, in modo da non avere mai bisogno di drasticità tali da compromettere il nostro equilibrio sia interiore che sociale.

La guida definitiva per perdere peso


La dieta dei 17 giorni, è il frutto del lavoro di anni del Dott. Mike: ascoltando  attentamente i suoi pazienti il dott. Mike è stato in grado di proporre un suo proprio modello alimentare, frutto di una profonda conoscenza delle problematiche legate all’obesità. Il dott. Mike Moreno ha ideato infatti uno speciale programma che ha chiamato “Walk With Your Doc”, ovvero “Cammina con il tuo dottore”, che prevede, due volte alla settimana, una passeggiata con i suoi pazienti; scopo del programma è soprattutto quello di motivare i suoi clienti a fare esercizio fisico in modo da rendere maggiormente efficace il programma alimentare che propone.

Da dove cominciare con la perdita di peso?


L’alimentazione ricopre un ruolo molto importante per la salute dell’uomo e in particolar modo per tutti coloro che praticano un’attività sportiva costante. E’ importante sapere che seguire una corretta e bilanciata alimentazione e praticare una moderata attività fisica è considerato da molti medici ed esperti un elisir di lunga vita, quindi non devono essere dei metodi per perdere peso ma devono diventare un vero e proprio stile di vita. Le persone che praticano un’attività fisica, come gli iscritti allo sporting club parco de medici, hanno bisogno di un fabbisogno calorico e nutrizionale maggiore rispetto a coloro che non lo fanno, la dieta dello sportivo deve essere considerata una parte integrante e fondamentale dell’allenamento. Di seguito sono illustrate alcune ricette di succhi di frutta ideali per gli sportivi, che hanno poteri anti-infiammatori e aiutano il regolare recupero muscolare, molto gustose e semplici da realizzare.

Questo consiglio vi sembrerà strano, eppure vi renderete conto, nel momento in cui lo metterete in pratica, di quanto posso aiutarci a combattere i chili di troppo. Spesso dopo mangiato, a distanza di una mezz’ora, potreste avere il desiderio di sgranocchiare qualcosa davanti la tv, oppure mentre siete prese al pc a terminare quel rapporto così complicato al vostro capo: se dopo i pasti principali correrete a lavarvi i denti, il sapore del dentifricio in bocca vi aiuterà a non avere desiderio di abbuffarvi ancora! Provare per credere!
Ma prima che ti spieghi meglio questo trattamento, lascia che ti dica perché non sei riuscito finora ad avere successo nel tuo obiettivo di perdere peso, nonostante tutti i tuoi seri e convinti sforzi. Gli studi indicano che l’obesità è dovuta al “gene che comporta l’accumulo di grasso” e quindi, se l’effetto del gene non viene annullato, non ci può essere una perdita di peso permanente… indipendentemente da quanto ci provi, e c’è un motivo!

Per perdere peso è necessario rinunciare a tutti i cibi buoni: Non è necessario dire addio a tutti gli alimenti più sfiziosi durante la dieta, perchè piccole quantità occasionali di cibo calorico possono rientrare in un piano alimentare adatto a dimagrire; l’obiettivo deve essere sempre quello di mangiare per un totale di calorie inferiore a quelle consumate giornalmente, fatto salvo questo principio piccole sostituzioni occasionali con scelte meno sane.

In che modo Google sta cambiando il modo in cui affrontiamo la perdita di peso


buon giorno dottore ho 77 anni sono alto 1,80 peso 87 kg tutte le mattine faccio 20 minuti di cyclet non prendo latte a colazione anche se mi piace moltissimo ,prendo una tazza di the verde con fette biscottate o biscotti a meta mattina piu tre noci ed appena alzato prendo sempre un succo di limone tiepido mangio parecchia verdura e frutta pero non riesco a scendere di peso gli esami sono tutti regolari colesterolo 154 pressione 80 /120 cosa mi consiglierebbe per perdere di peso grazie.
Sono i numeri a certificare la scarsa attenzione rivolta a questo ambito, come documentato da uno studio tutto italiano pubblicato sulla rivista «Oncotarget». Il lavoro ha dimostrato come la perdita di appetito e di peso siano comuni nei pazienti oncologici fin dalle prime fasi di malattia e rilevabili già alla prima visita oncologica. Ma le contromisure non sempre sono assunte in maniera tempestiva, se un’altra indagine condotta a livello europeo ha evidenziato come oltre sette pazienti su dieci convivano nella fase delle terapie con problemi legati alla dieta.
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti del nostro sito web, sia cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di analisi del sito, per ottimizzarne le funzionalità. La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima accettato le informazioni relative ai cookies potrà limitare la fruibilità di alcune funzioni del sito web. L’informativa estesa è consultabile cliccando sul tasto "leggi di più". L’accettazione della nostra policy sui cookie avviene cliccando sul pulsante OkLeggi di più
Senza parlare, poi, dell'attività fisica che viene consigliata durante le diete ipocaloriche. Vi impongono una moderata attività aerobica (una cammina al massimo) altrimenti non perdete peso sulla bilancia. Tutte le volte che si consiglia di fare un po' di attività con i pesi si risponde che la finalità è quella di perdere peso e non di mettere muscoli, ma questa affermazione, come vedrete, lascerà il tempo che trova.

There is a substantial market for products which claim to make weight loss easier, quicker, cheaper, more reliable, or less painful. These include books, DVDs, CDs, cremes, lotions, pills, rings and earrings, body wraps, body belts and other materials, fitness centers, clinics, personal coaches, weight loss groups, and food products and supplements.[23]


Cerca di riconoscere cosa può stimolarti la fame e imposta una pianificazione conseguente. I fattori scatenanti sono tutte quelle attività che svolgi che ti fanno desiderare di mangiare uno spuntino. Per alcune persone, può essere il momento in cui si mettono sul divano la sera per guardare un film; per altri è lo studio a tarda notte. Se riesci a individuare i tuoi "trigger" puoi agire di conseguenza, riempiendo la tua casa esclusivamente di snack sani o tenendoli comunque sempre a portata di mano.

Tornando al filo conduttore di questo articolo, la dieta ipocalorica più la dolce camminata hanno ridotto notevolmente il vostro peso consumando gran parte dei muscoli. Visto che questi ultimi, come abbiamo detto pocanzi,  sono direttamente proporzionali al metabolismo basale, il vostro corpo si troverà in un vero assetto da guerra, ovvero cercherà di bruciare sempre meno calorie e immagazzinare sempre più grasso per sopravvivere (una piccola curiosità: sapete che le anoressiche hanno una percentuale di grasso quasi pari alle persone obese?).
Qual è il giusto quantitativo di testosterone nel corpo? Il testosterone è un l’ormone umano più comunemente associato alle caratteristiche sessuali maschili. Entrambi i generi producono effettivamente questo ormone, ma qual è la quantità ideale? Un nuovo studio propone un modo per misurare la gamma normale dei livelli di testosterone negli uomini. La quantità giusta di testosterone secondo la scienza Secondo la ricerca, pubblicata sul […]

La quantità di perdita di peso sperimentato da una persona è fortemente dipendente dal tipo di tumore. Circa il 60% dei pazienti che soffrono di cancro al polmone e circa l'80% delle persone che hanno il cancro allo stomaco perdere una quantità significativa di peso prima di essere diagnosticato un cancro. Inoltre, le persone che hanno stadi avanzati del cancro in genere soffrono di cachessia. Si tratta di una condizione in cui non vi è perdita di peso e atrofia muscolare. Questo rende la persona che sento molto debole e si è visto anche in altre condizioni come l'AIDS e le malattie renali gravi.


La patologia sottostante va trattata. Se una patologia sottostante provoca denutrizione ed è difficile da trattare, il supporto nutrizionale deve essere considerato ( Supporto nutrizionale). Misure generali di comportamento utili includono incoraggiare i pazienti a mangiare, assisterli nell'alimentazione, consigliare spuntini tra i pasti e prima di coricarsi, preparare cibi preferiti o saporiti e offrire solo piccole porzioni. Se le misure comportamentali sono inefficaci e perdita di peso è estrema, la nutrizione enterale può essere provata se i pazienti hanno un tratto gastrointestinale funzionante. Le misurazioni della massa magra sono seguite in serie. Gli stimolanti dell'appetito non hanno dimostrato di prolungare la vita.
Trova un tipo di esercizio fisico che ti piaccia – purché non sia un'incombenza. Non privarti di nulla, semplicemente controllati. Bevi il tè verde dolcificato con il miele per accelerare il metabolismo. Mangia lentamente e con tranquillità, masticando e assaporando ogni boccone. Dopo i pasti, lavati i denti o metti in bocca una gomma da masticare per evitare di voler mangiare ancora.
Gastrointestinal disorders are another common cause of unexplained weight loss – in fact they are the most common non-cancerous cause of idiopathic weight loss.[citation needed] Possible gastrointestinal etiologies of unexplained weight loss include: celiac disease, peptic ulcer disease, inflammatory bowel disease (crohn's disease and ulcerative colitis), pancreatitis, gastritis, diarrhea and many other GI conditions.
Unintentional weight loss can occur because of an inadequately nutritious diet relative to a person's energy needs (generally called malnutrition). Disease processes, changes in metabolism, hormonal changes, medications or other treatments, disease- or treatment-related dietary changes, or reduced appetite associated with a disease or treatment can also cause unintentional weight loss.[26][27][28][32][33][34] Poor nutrient utilization can lead to weight loss, and can be caused by fistulae in the gastrointestinal tract, diarrhea, drug-nutrient interaction, enzyme depletion and muscle atrophy.[28]

I prodotti a base di farinacei come pasta e pane fanno ingrassare: Il grano e le farine in genere non fanno ingrassare, ovviamente a patto di consumare porzioni proporzionali al proprio fabbisogno calorico; sarebbe opportuno consumarli almeno in parte nelle rispettive varietà integrali, ma sono e devono rimanere la base dell’alimentazione (dopo verdura e frutta).
Tizio pesa 70 kg con una percentuale di massa grassa del 10%, quindi Tizio ha 7 kg di massa grassa e 63 kg di massa magra. Tizio si fa seguire da un professionista e dopo 3 mesi il suo peso è rimasto invariato, ma ha costruito 3 kg di muscoli e ha perso la stessa quantità di grasso. Tizio ora ha 66 kg di massa magra e 4 kg di massa grassa. Ovvero il 5% di massa grassa e il 95% di massa magra. La percentuale di massa grassa è passata dal 10% al 5%.
Quando il peso corporeo diminuisce non è il caso di festeggiare indiscriminatamente, semplicemente perché la variazione del peso corporeo di per sé non vuol dire nulla, così come il BMI. Infatti un recente studio ha concluso che, rispetto al BMI, la percentuale di grasso è un indicatore migliore per quanto riguarda la speranza di vita. Avere un basso indice di massa corporea non protegge dalla morte precoce. La causa risiede nel fatto che il BMI non misura il grasso corporeo. Bassi livelli di massa magra e alti livelli di grasso corporeo sono indipendentemente associati ad un aumentato rischio di morte. Da questo scenario è evidente che una misura diretta del grasso corporeo rappresenti davvero il modo più accurato per determinare la salute. Noi medici non dovremmo usare il BMI per misurare l’obesità, dobbiamo utilizzare una misura diretta dell’obesità come la percentuale di massa grassa”, ha detto il dott. Ray Padwal. Quando viene usata una misura diretta del grasso corporeo allora a quel punto si che l’indice utilizzato è associato ad un aumentato rischio di morte. Padwel poi dice che il BMI può essere frustrante dal punto di vista della salute e della ricerca pubblica, perché molte raccomandazioni per la salute sono formulati dalla ricerca basata appunto sul BMI per misurare l’obesità. Ci sono un sacco di studi basati sul BMI che concludono che la gente che è grassa è sana. Invece, egli suggerisce, molti dei partecipanti di questi studi con un alto BMI possono avere una bassa percentuale di massa grassa e una percentuale di massa magra elevata. Il dottore consiglia un buon metodo per avere un’idea: il rapporto vita-fianchi, quest’ultimo deve essere inferiore a 90 per gli uomini e inferiore a 0,83 per le donne, le persone con conformazione androide detta anche a mela sono a più alto rischio di morte e di malattia rispetto a coloro che hanno una conformazione ginoide detta anche a pera. Infatti le apparecchiature che misurano in modo preciso il grasso corporeo sono costose, io consiglio un buon plicometro. 

Riesci a individuare la A perdere peso Pro?

×