Chi ha una massa muscolare maggiore è in grado di consumare più calorie senza ingrassare rispetto a chi ha una massa muscolare minore. Maggiore è la massa muscolare, infatti, maggiore è la quantità di calorie bruciata, anche stando a riposo! Pertanto costruire i muscoli con l’esercizio e l’attività fisica è un buon modo per riuscire a bruciare regolarmente più calorie. Usando un linguaggio scientifico, i medici esprimono lo stesso concetto dicendo: “L’attività fisica fa aumentare il metabolismo”.
La riduzione del sovrappeso e il mantenimento del normopeso non sono, infatti, sinonimi o reciprocamente sovrapponibili: mentre il mantenimento in menopausa si basa genericamente sull’applicazione di alcuni principi basilari come la corretta stima delle porzioni, della ripartizione dei pasti e della frequenza di consumo degli alimenti, associata all’incremento dell’attività fisica generale, il dimagrimento rappresenta una terapia alimentare ben definita nonché associata ad un rigido programma di attività motoria.

Iperemesi gravidica – Si parla di iperemesi gravidica per riferirsi a nausea e vomito incontrollabili nel corso della gravidanza con disidratazione, acidosi e perdita di peso; non va confusa con il tipico malessere mattutino con nausea e vomito che caratterizza la gravidanza di molte donne (nausea gravidica); quando, infatti, non si registrano disidratazione e calo ponderale non si può parlare di iperemesi gravidica. La presenza di acidosi conferma una notevole entità dell’emesi.
Ho iniziato a prendere Capsired 3 mesi fa e pensavo che sarebbe stato “solo un altro fantastico prodotto per la perdita di peso”. Onestamente, non mi aspettavo risultati sensazionali circa la perdita di peso, pensavo che avrei avuto dell’energia in più grazie al prodotto. Quando ho iniziato a prendere Capsired, pesavo 78 chili, e ora la bilancia segna 67!!! Ma ero anche fisicamente attiva. È sempre un qualcosa di più.
La percentuale dei soggetti interessati dal problema cresce all’aumentare dell’età, complice probabilmente una maggior sedentarietà, e tendenzialmente è un problema che affligge in modo maggiore gli uomini rispetto alle donne (sono in sovrappeso il 44% degli uomini contro il 27,3% delle donne, sono obesi il 10,8% degli uomini contro il 9% delle donne).
Sono passate due settimane e adoro il programma Capsired. Ero un po’ in ansia per il weekend, perché avevo degli appuntamenti sociali molto pesanti con due pranzi al ristorante (compresa una degustazione!!) e una cena. Di solito, dopo un weekend come questo, mettevo su due chili. Stamattina pesavo esattamente come venerdì mattina. Fantastico! Ero meno interesore al cibo e ne ho lasciato anche molto nel piatto.
Il raggiungimento del peso ideale in buona sostanza dipende da ciò che accadrà nei primi giorni di dieta, ciò che non è chiaro è perché alcune persone soffrano maggiormente rispetto ad altre di fluttuazioni del peso. Il dottor Zhaoping Li, direttore dell'Università della California, Los Angeles 'Center for Human Nutrition, che non era coinvolto nel nuovo studio, ha confermato, in un intervista alla CNN che i risultati sono coerenti con quello che esiste nella letteratura scientifica: "Qualunque cosa facciano le persone per Perdere peso, se possono farlo in maniera costante, significa che un particolare piano non solo si adatta fisiologicamente al paziente e al corpo dell'individuo, ma è anche fattibile e pratico nella vita quotidiana. Quindi, se sappiamo che qualcuno ha difficoltà fin dall'inizio, dobbiamo cambiare qualcosa. Questo può riguardare la dieta o un cambiamento nello stile di vita, perché sappiamo che se non faremo un aggiustamento, egli fallirà." Quindi una volta individuato il programma che fa davvero per noi, senza aumenti di peso nelle prime 6-12 settimane, avremo trovato la via giusta per perdere peso in maniera definitiva.

Vorremmo tutto e subito, ma quante volte avremmo intrapreso diete drastiche, che inizialmente ci fanno perdere anche parecchio peso, per poi sentirci così stanchi e affamati da non sostenere più un simile regime alimentare? Da qui abbuffate incontrollate ed il presentarsi del tanto temuto effetto yo-yo. I Kg persi torneranno su, come per magia, con gli interessi. Un recente studio americano del Massachusetts General Hospital ci spiega che seguire fin da subito il giusto programma dimagrante [VIDEO], più adatto a noi, che includa il mangiar sano e l'esercizio fisico può realmente aiutarci a dimagrire in maniera definitiva.
I risultati, pubblicati online nella rivista Current Biology, possono sembrare non intuitivi, o quanto meno deludenti. “L’opinione dominante è che più si pratica esercizio, più calorie si bruciano ogni giorno”, ha dichiarato Herman Pontzer, professore associato di antropologia alla City University dell’Hunter College di New York e ricercatore principale. Questo studio, secondo Pontzer, avvalora una tesi diversa: “In realtà, non è una banale relazione dose-effetto”, ha affermato. “Il corpo si adatta all’esercizio e lo fa già a livelli moderati di attività”.

Come puoi (fare) perdere peso in 11 ore o meno gratuitamente


I risultati mostrano che le donne che hanno seguito la dieta affermavano più frequentemente di rilevare la riduzione o addirittura la scomparsa dei sintomi vasomotori (Odd Ratio, o OR, pari a 1,14) rispetto al gruppo di controllo. Inoltre, più donne che perdevano almeno 4,5 kg nel primo anno di trattamento, o che perdevano almeno il 10% del peso iniziale, dichiaravano di avere eliminato le vampate di calore, rispetto a coloro che avevano mantenuto il proprio peso (OR=1,23). Tuttavia la scomparsa di fenomeni vasomotori moderati o gravi si verificava solo in caso di calo ponderale elevato (circa 10 kg).

9 modi per dimagrire con l'aiuto del tuo cane


Immagina quanto più magro e in forma sarai di questi tempi tra un mese, con tutto il grasso in eccesso che si sarà sciolto… Potrai entrare nei tuoi vecchi jeans, indossare il tuo abito preferito, esibire il tuo corpo tonico e scolpito, e anche infilarti nel tuo costume o nei tuoi shorts… Sono sicuro che tutti gli sguardi rimarranno incantati, fissando il tuo nuovo te stesso… I tuoi livelli di energia si innalzeranno notevolmente, il tuo viso splenderà e sembrerai più giovane almeno di 10 anni, con tutto il grasso che se ne sarà andato.
Il metodo per perdere questi Kg in soli 28 giorni include una dieta personalizzata, 1 video al giorno per l’intero periodo, 2 percorsi alimentari, più di 300 ricette deliziose, sane e dietetiche, accesso all’area fitness e 10 videoricette ideate dal grande Chef Paolo Rota del Ristorante 3 stelle Michelin “Da Vittorio”, per scoprire come rendere più gustosi anche piatti “Diet”.

Chi altro vuole saperne di perdita di peso?


Questo consiglio vi sembrerà strano, eppure vi renderete conto, nel momento in cui lo metterete in pratica, di quanto posso aiutarci a combattere i chili di troppo. Spesso dopo mangiato, a distanza di una mezz’ora, potreste avere il desiderio di sgranocchiare qualcosa davanti la tv, oppure mentre siete prese al pc a terminare quel rapporto così complicato al vostro capo: se dopo i pasti principali correrete a lavarvi i denti, il sapore del dentifricio in bocca vi aiuterà a non avere desiderio di abbuffarvi ancora! Provare per credere!
La corsa è un allenamento completo, ma altre attività possono anche aiutare a perdere peso in modo sano. Mi sono data alla ricerca di varie alternative alla jogging perché io davvero non amo correre. Chi corre deve amarlo, ma al mio caso non entra tra le mie attività fisiche preferite. Nemmeno a scuola amavo correre, anzi le corte distanze andavano mene. Fare quei 100m senza problemi, ma correre costantemente più di un chilometro una tortura in terrena. Vedremo in seguito le alternative semplici per iniziare a muoversi. 

Un serio problema che spesso si pone è contrastare la perdita di peso conseguente a patologie neoplastiche; in questi casi il calo ponderale è legato alla malattia stessa e spesso anche ai trattamenti utilizzati per combatterla (radioterapia e chemioterapia); secondo alcuni autori il semplice accrescimento dell’apporto dietetico o la prescrizione di supplementi nutrizionali tradizionali hanno un’efficacia limitata e suggeriscono l’introduzione nella dieta del paziente oncologico di supplementi nutrizionali a base di acido eicosapentaenoico da combinare con specifici supporti calorici e proteici.
Tutti i partecipanti hanno indossato per una settimana un dispositivo che ne registrava i livelli di attività; i ricercatori hanno poi impiegato test standard per misurare il consumo settimanale totale di calorie di ciascuno. Prevedibilmente, i soggetti con livelli moderati di attività bruciavano qualche caloria in più (in media, circa 200) dei soggetti sedentari, l’attività più intensa, però, non aggiungeva alcun beneficio, almeno in termini di consumo calorico.
I risultati, pubblicati online nella rivista Current Biology, possono sembrare non intuitivi, o quanto meno deludenti. “L’opinione dominante è che più si pratica esercizio, più calorie si bruciano ogni giorno”, ha dichiarato Herman Pontzer, professore associato di antropologia alla City University dell’Hunter College di New York e ricercatore principale. Questo studio, secondo Pontzer, avvalora una tesi diversa: “In realtà, non è una banale relazione dose-effetto”, ha affermato. “Il corpo si adatta all’esercizio e lo fa già a livelli moderati di attività”.

Come puoi (fare) perdere peso in 11 ore o meno gratuitamente


Prova a seguire un digiuno. L'idea alla base di questo regime dietetico è che l'organismo è predisposto per avere dei momenti di abbondanza di cibo e altri tempi di "carestia", per questo motivo a volte dobbiamo ricreare i momenti in cui il corpo soffre la 'fame'. Questa dieta prevede che per due giorni a settimana si dovrebbero consumare solo 500 calorie (se sei una donna) o 600 (se sei un uomo). Durante queste giornate dovresti limitarti a mangiare solo verdure, semi, legumi e frutta.
ATTENZIONE - Le informazioni contenute e descritte in questo sito sono solo a scopo informativo; non possono essere essere utilizzate per formulare una diagnosi o per prescrivere o scegliere un trattamento, non vogliono né devono sostituire il rapporto personale medico-paziente o qualunque visita specialistica. Il visitatore del sito è caldamente consigliato a consultare il proprio medico curante per valutare qualsiasi informazione riportata nel sito.
Il calo ponderale è in genere considerato clinicamente importante se supera il 5% del peso corporeo o 5 kg in 6 mesi. Tuttavia, questa definizione tradizionale non distingue tra la perdita di massa magra e grassa, che può portare a risultati diversi. Inoltre, l'accumulo di edema (p.es., nello scompenso cardiaco o insufficienza renale cronica) può mascherare clinicamente la perdita importante di massa magra.
Perché contemporaneamente è aumentato il peso, e se la matematica non è un opinione la stessa quantità di grasso, calcolata in percentuale su un certo peso, è inferiore rispetto a quella calcolata su un peso maggiore. Gli stessi 9,75 kg di grasso ‘pesano’ in maniera differente su un corpo di 70 kg rispetto ad un corpo di 74 kg e la differenza di questo ‘peso’ è dello 0,45%. Quindi questo dimostra che siamo magri non per forza quando abbiamo poco grasso in valore assoluto (solo 5 kg per esempio), ma quando abbiamo poco grasso in percentuale rispetto al nostro peso. Come si deduce dalla definizione di dimagrimento, è la percentuale di massa grassa che conta, non il peso del tessuto adiposo che ci portiamo dietro.

Uno dei rimedi per accelerare il metabolismo è senza dubbio scegliere una corretta alimentazione. La giusta dieta infatti, è il primo passo per velocizzare il metabolismo in modo naturale. Ma quali sono le regole da seguire a tavola? Con piccoli accorgimenti, potrete aggiustare il vostro regime alimentare e scegliere i giusti cibi che vi aiuteranno ad accelerare il metabolismo più facilmente, permettendovi di dimagrire più in fretta.
Una linea sinuosa e perfetta. Desiderata, anelata da molti. Spesso però non è semplice ottenerla, specie per chi conduce una vita sedentaria e sta seduto a una scrivania per molte ore. Per rimediare, oltre a una sana attività fisica – che non dovrebbe mai mancare – ci si può rivolgere a prodotti naturali che accelerano il metabolismo, riducono la ritenzione di liquidi e favoriscono l’eliminazione delle scorie organiche attraverso l’intestino.
Mangiare lentamente è un altro dei consigli d’oro che vengono dati dai dietologi e dai nutrizionisti. Questo perché la sensazione di sazietà, importantissima per chi sta seguendo una dieta e vuole cercare di limitare ciò che mangia abitualmente, non viene registrata immediatamente dal nostro corpo: se mangiate con calma, il livello necessario di sazietà si può raggiungere al momento opportuno e non avrete così subito di nuovo fame.
Per riuscire nel nostro intento e perdere peso velocemente quindi dovremmo partire dall’aggiungere alla nostra dieta quotidiana il giusto apporto di parte proteica, sia animale che vegetale, in modo che giorno dopo giorno la massa magra inizi ad aumentare, bruciando così le calorie che abbiamo ingerito in precedenza e quelle che andremo a mangiare poi ad ogni pasto, il più rapidamente possibile.

La massa magra invece include quella muscolare ed è comprensiva del tessuto osseo, degli organi interni e degli altri tipi di tessuto. Naturalmente nella massa magra è compresa la quasi totalità dell’acqua corporea, se escludiamo una piccola percentuale presente nel grasso di deposito.Quindi la massa magra non corrisponde alla massa muscolare, la massa magra è tutto ciò che non è grasso (fat free mass).
ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica; si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un medicinale è necessario contattare il proprio medico. Leggi il Disclaimer»
La premessa è che diete d'urto che consentano di dimagrire in 3 giorni o che permettano di perdere 5 kg in 5 giorni non possono e non devono essere attuate come stile di vita né prese come modello alimentare. Non è possibile, infatti, abituare il nostro organismo continuamente al classico effetto yo-yo, ossia la continua oscillazione di peso perché questo, a lungo andare, risulta deleterio per la salute sotto diversi punti di vista: il metabolismo, infatti, si rallenta sempre più fino a bloccarsi e, a quel punto, diventerà sempre più difficile perdere peso in modo equilibrato. Inoltre, queste diete super veloci non sono adatte a tutti. Infatti la perdita di peso non è detto che ci possa essere e il rischio è trovarsi a fare la fame per nulla o peggio, esporre il proprio corpo a carenze nutrizionali senza nemmeno raggiungere lo scopo prefissato.
Per dimagrire velocemente è importante evitare assolutamente i cibi grassi ed i lavorati. Che siano patatine fritte, panini imbottiti, salami, prosciutti, latticini e merendine qualsiasi, evitate di mangiarli se volete dimagrire in fretta. Oltre ad essere pieni di zucchero e di sale, più altre sostanze artificiali come conservanti, coloranti e addensanti, i lavorati ed i cibi grassi sono delle bombe caloriche che, anche se assunti solamente al sabato o alla domenica possono compromettere il buon risultato di una dieta.
La massa magra invece è composta sia dalla parte muscolare del nostro corpo, ma anche da altri elementi come: organi interni, pelle, capelli, unghie. Dovete immaginare la massa magra come un grande forno di cui il nostro corpo è dotato: tanto più il nostro forno sarà grande, tanto più legna (ossia la massa grassa) potrà bruciare. Per questo massa grassa e massa magra sono strettamente correlate tra di loro, perché dalla magra dipende l’aumento o la diminuzione della grassa. E’ grazie alla massa magra che il nostro organismo riesce a bruciare il grasso in eccesso che noi gli abbiamo somministrato, influendo in modo vitale sul metabolismo basale di ognuno di noi. Il metabolismo basale non sono altro che le calorie che ognuno di noi riesce a bruciare a riposo: maggiore sarà la nostra massa magra, più calorie riusciremo a bruciare, più grasso perderemo.

Quanto carica per perdere peso


Come vedete è possibile dimagrire anche se il peso rimane costante. Tuttavia per dimagrire aumentando la massa muscolare e diminuendo quella grassa non per forza il peso deve rimanere costante! Ovviamente se in valore assoluto l’aumento del peso a carico della massa magra è superiore alla diminuzione della massa grassa il peso aumenta, se invece l’aumento del peso a carico della massa magra è (in valore assoluto) inferiore alla diminuzione della massa grassa il peso diminuisce.
Se il tuo obiettivo è raggiungere il peso forma ideale, non dimenticare di seguire una corretta alimentazione, ricca di sostanze nutritive. Tutti i nostri integratori brucia grassi non sono destinati a sostituire una dieta sana e varia. Ci sono integratori che possono aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi, primo fra tutti il Cutting Edge, integratore premium.
Nelle donne i chili sono principalmente nei fianchi, glutei e cosce. I motivi sono ormonali e genetici e sono accompagnati in determinati momenti del ciclo di una ritenzione d' acqua. Oggi forniamo cinque suggerimenti e trucchi per combattere questi grassi che vengono messi in un luogo più adeguati. Dimagrire in quelle parti, sempre difficili da rimuovere (le maniglie del amore).
ATTENZIONE - Le informazioni contenute e descritte in questo sito sono solo a scopo informativo; non possono essere essere utilizzate per formulare una diagnosi o per prescrivere o scegliere un trattamento, non vogliono né devono sostituire il rapporto personale medico-paziente o qualunque visita specialistica. Il visitatore del sito è caldamente consigliato a consultare il proprio medico curante per valutare qualsiasi informazione riportata nel sito.

7 strategie vincenti da utilizzare per perdere peso

×